Trump termina il “trattamento speciale” di Hong Kong e annuncia altre sanzioni

Il presidente Trump  ha annunciato di aver firmato una legge che schiaccia le sanzioni contro la Cina a causa del loro trattamento del movimento democratico a Hong Kong. Da parte sua, la Cina sta avvertendo che ci sarà un prezzo da pagare se verranno imposte sanzioni alle sue società e ai suoi funzionari.

CNBC:

Mercoledì il ministero degli Esteri cinese ha affermato che Pechino imporrà sanzioni di ritorsione contro gli individui e le entità statunitensi in risposta alla legge contro le banche, sebbene la dichiarazione rilasciata dai media statali non faccia riferimento all’ordine esecutivo.

“Gli affari di Hong Kong sono puramente affari interni della Cina e nessun paese straniero ha il diritto di interferire”, ha affermato il ministero.

Lo speciale status commerciale di Hong Kong ha riversato denaro nelle casse di Pechino e porre fine a tale relazione speciale costerà cara alla Cina. Porre fine allo speciale status commerciale di Hong Kong danneggerà Pechino mentre richiama l’attenzione sulla sua grave violazione del trattato che ha firmato con la Gran Bretagna nel 1997, che garantiva l’autonomia di Hong Kong e il diritto ad avere un sistema legale separato. La nuova legge sulla sicurezza imposta dalla Cina sull’isola cancella chiaramente il sistema legale separato di Hong Kong. Ora, gli attivisti di Hong Kong possono essere arrestati e inviati in Cina per essere processati. E quasi tutto ciò che riguarda le libertà delle persone è considerato una questione di “sicurezza nazionale” e soggetto alle restrizioni previste dalla nuova legge. Libri, giornali, dimostrazioni, il diritto di riunirsi: alla fine saranno tutti controllati dalla Cina

“Hong Kong sarà ora trattata come la Cina continentale”, ha detto Trump durante un lungo discorso al Rose Garden della Casa Bianca che si è rapidamente allontanato da quella legislazione per toccare una varietà di questioni relative alla campagna.

“Nessun privilegio speciale, nessun trattamento economico speciale e nessuna esportazione di tecnologie sensibili. Inoltre, come sapete, stiamo imponendo tariffe enormi e abbiamo imposto tariffe molto elevate sulla Cina “. La Cina ha approfittato della pandemia per flettere i suoi muscoli. Ha scavato una larga parte del Mar Cinese Meridionale e lo ha dichiarato territorio sovrano. Ha maltrattato i suoi vicini che hanno osato opporsi. E sta cercando di spingere gli Stati Uniti fuori da tutta l’Asia orientale. L’assertività e l’aggressività sono preoccupanti a causa della sua crescente bellicosità verso Taiwan. La mossa contro Hong Kong è solo l’inizio. Il vero dramma inizierà quando inizieranno a minacciare direttamente Taiwan.

Gli Stati Uniti respingono i reclami marittimi di Pechino nel Mar Cinese Meridionale

Precedente HAARP: Programma di ricerca aurorale attiva ad alta frequenza Successivo Iran, esplosione nella centrale nucleare di Natanz