Allarme pedofilia in Colombia: gli inglesi donano 840 mila dollari a Cali per prevenirla

Gli inglesi donano 840 mila dollari per prevenire la violenza sessuale contro i bambini in Colombia, a Cali.

“La violenza sessuale contro i bambini è molto diffusa in Colombia (…) Questa violenza può essere collegata ad atteggiamenti nei confronti dei diritti dei bambini e delle donne e questioni di sessualità, consenso e colpevolezza”, ha dichiarato Duncan Millar, Direttore esecutivo dei Bambini delle Ande in un comunicato stampa dal Big Lottery Fund.

Cinquanta giovani saranno formati come leader giovanili che forniranno formazione tra pari. Inoltre, si aprirà un servizio sanitario a misura di bambino “per fornire assistenza medica e supporto psicologico” con una versione mobile del servizio diretta direttamente alle comunità vulnerabili. Nel 2011, 19.433 bambini sono stati segnalati vittime di violenza sessuale, tra i quali 7.304 avevano meno di 14 anni, secondo un rapporto di Plan International, un’organizzazione umanitaria citata dal Big Lottery Fund. Il mese scorso, è stato riferito che una media di 27 bambini sono stati aggrediti sessualmente al giorno durante il periodo 2008-2012. Durante quel periodo, c’erano 48.915 vittime minorenni di stupro, secondo il quotidiano el Tiempo della Colombia. La maggior parte di questi casi è stata registrata negli stati di Antioquia, Valle de Cauca, Nariño, Santander e la capitale della Colombia, Bogotà, che rappresentava il 56% di tutti i casi, secondo quanto riferito dal quotidiano Vanguardia di Bucaramanga. La natura dei crimini nel conflitto armato è stata difficile da classificare e denunciare poiché l’abuso si è normalizzato nel corso degli anni al punto in cui sia l’autore che la vittima sono arrivati ad accettare i crimini come status quo, con pochissime vittime che si fanno avanti. Tra gennaio e settembre del 2013, oltre 11.000 casi di violenza sessuale contro i bambini sono stati segnalati dall’ufficio del coroner della Colombia. Di questi, oltre 3.000 casi sono stati perpetrati contro bambini di età compresa tra 5 e 9 anni, mentre oltre 5.000 erano vittime tra 10 e 14 anni.

Cartagena

Per la prima volta nel 2010 un cittadino straniero è stato condannato per pedopornografia, rapporti sessuali con minori di età inferiore a 14 anni e istigazione alla prostituzione. La pena di 15 anni di prigione e una multa di 30.000 dollari dovrebbero avere un effetto dissuasivo sui turisti sessuali pedofili che attualmente operano impunemente sulla costa settentrionale del paese. Dopo 11 condanne per cittadini colombiani coinvolti nella prostituzione minorile, questo è un successo nella lotta di “Terre des hommes” contro un flagello che colpisce centinaia di bambini. La ONG svizzera offre assistenza legale alle vittime.

Yesid Torres, 15 anni, è stato costretto a fornire servizi sessuali sotto la copertura di lavori domestici a un pedofilo italiano, di 72 anni, in un appartamento in affitto in una ricca zona residenziale della città. Sono stati coinvolti anche altri giovani adulti e minori, incluso il fratello minore del migliore amico di Yesid, all’età di 13 anni. Yesid morì mentre si recava in ospedale per una dose eccessiva di cocaina presa in compagnia dell’italiano. Una macchina fotografica contenente immagini pornografiche è stata trovata subito dopo nell’appartamento, insieme a whisky, droghe e lo stesso pedofilo ubriaco e mezzo nudo. I servizi sessuali sono stati premiati in natura. Ad esempio, l’autore ha offerto una nuova moto a Yesid. L’autore straniero è stato condannato a 15 anni di prigione e una multa di 30.000 dollari. I suoi due complici hanno avuto 10 anni di prigione e una multa di 14.000 dollari. “Questa è una frase storica, che spezza la cospirazione del silenzio e della complicità che ha soffocato le vittime dello sfruttamento sessuale e che ha protetto gli autori per anni”. Raffaele Salinari, presidente della Federazione internazionale Terre des Hommes, (dichiarato), aggiungendo: “TDH ha supportato le vittime in questi anni, quindi siamo molto soddisfatti del verdetto. Manterremo il nostro impegno nei confronti delle vittime del turismo sessuale fino a quando i crimini sessuali non saranno considerati crimini contro l’umanità “. Il processo ha già avuto un impatto importante. Tdh ha resistito alla pressione in un ambiente in cui il denaro fa girare il mondo. Il turismo sessuale è molto diffuso a Cartagena. La povertà estrema e il conflitto armato tra governo e ribelli sono alcuni dei motivi per cui i bambini finiscono per sfruttarsi sessualmente per sopravvivere. All’aeroporto, alcuni tassisti offrono una gamma di giovani ragazzi e ragazze di tutte le età e tutti i colori della pelle. I bar nel centro della città forniscono alle ragazze minori di 13 o 14 anni documenti di identità falsi. Per sembrare più vecchi, indossano trucco e abiti corti. Le transazioni vengono concordate sul posto, quindi gli anziani clienti europei e nordamericani portano le ragazze in uno degli hotel economici della zona aperti giorno e notte. È possibile portare minori in tutti i tipi di hotel, dai più lussuosi ai più economici, anche se si presume che l’accesso ai minori sia vietato ai minori. Concierge e guardiani notturni possono essere corrotti facilmente. Gli oltre 500.000 abitanti di Cartagena vivono in estrema povertà. Molti sono fuggiti dalle aree rurali a causa del conflitto armato tra forze governative e ribelli. A volte lo sfruttamento sessuale dei bambini è legato alla sopravvivenza delle famiglie.

fonti:

http://www.biglotteryfund.org.uk/global-content/press-releases/uk-wide/140714_uk_int_funding-to-save-columbian-children

https://www.tdh.ch/en/news/first-pedophile-tourist-sentenced-15-years-imprisonment

https://www.tdh.ch/en/news/first-pedophile-tourist-sentenced-15-years-imprisonment

Precedente BILL GATES E LA SUA GAVI LANCIANO IL "TIMBRO DI FIDUCIA AI-POWER" COMBINANDO VACCINO E UN'IDENTITA' BIOMETRICA DIGITALE NELL'AFRICA OCCIDENTALE INSIEME A MASTERCARD Successivo Turismo sessuale e pedofilia: Gli italiani sono primi nella "classifica"