Licenziato: è stata una brutta settimana per i robot pizza Zume a San Francisco

Spread the love

Zume Pizza, l’azienda di Mountain View che ha utilizzato i robot per fare le sue pizze, ha fatto la sua ultima consegna. In una dichiarazione presso il dipartimento statale per lo sviluppo dell’occupazione, Zume ha detto che sta tagliando 172 posti di lavoro a Mountain View ed eliminando altri 80 posti di lavoro nella sua struttura a San Francisco. L’amministratore delegato di Zume, Alex Garden, ha reso l’annuncio su Zume in un’e-mail ai dipendenti dell’azienda mercoledì.

“Con ammirazione e tristezza, oggi chiudiamo Zume Pizza”, ha detto Garden nella sua e-mail “Negli ultimi quattro anni questa attività è stata il nostro banco di prova per le invenzioni ed è stata la nostra ispirazione per molte delle attività in crescita che abbiamo oggi in Zume. “

Zume era noto per l’utilizzo della tecnologia robotica per mettere insieme le sue pizze, così come i suoi camion per le consegne rossi che operavano intorno a Mountain View e parti di San Francisco. Adam Ezzat, un dipendente del Boss Barbell Club, che condivideva un’area di parcheggio con Zume in Polaris Ave. a Mountain View, ha detto che sembrava che le cose non andassero bene a Zume quando era al lavoro mercoledì sera.

“Verso le 8 o le 9, ho visto i loro camion partire, prima di quanto facessero di solito”, ha detto Ezzat. “Sono arrivato oggi intorno a mezzogiorno e tutti i loro camion erano spariti.”

I tagli di posti di lavoro nella Bay Area fanno parte di una più ampia ristrutturazione a Zume, poiché l’azienda sta riducendo il suo organico di un totale di 360 dipendenti. Zume ha affermato che intende concentrarsi sui suoi sistemi di imballaggio e consegna degli alimenti. La classe media è sempre più svuotata mentre i robot prendono milioni di posti di lavoro. L’automazione delle macchine sta riducendo il valore del lavoro umano e gli esseri umani non possono “competere” per uscirne. I lavoratori meno qualificati avvertono prima il dolore poiché il loro lavoro è automatizzato più facilmente. Il candidato presidenziale e tecnocrate Andrew Yang è l’unico politico che parla di Universal Basic Income come mezzo per pacificare la crescente classe di “disoccupati” che potrebbero non vedere mai più lavoro. Non si tratta di indennità di previdenza sociale o di disoccupazione, ma piuttosto di sostegno totale per il resto della vita. Una volta bloccato in questa classe, sarà praticamente impossibile superarla.

Quando arriviamo a un punto in cui letteralmente quasi tutto può essere fatto in modo più economico ed efficiente dai robot, l’élite non avrà alcuna utilità per il resto di noi. Per la maggior parte della storia umana, i ricchi hanno avuto bisogno che i poveri facessero il lavoro necessario per gestire le loro attività e renderli ancora più ricchi. Oggigiorno ci piace definirci “impiegati”, ma in realtà siamo i loro servi. Alcuni di noi possono essere pagati meglio di altri, ma la stragrande maggioranza di noi sta spendendo i nostri anni migliori al servizio delle proprie imprese in modo da poter pagare i conti. Sfortunatamente, quel paradigma sta cambiando rapidamente e molti dei lavori che gli esseri umani stanno facendo oggi saranno svolti da robot in un futuro non troppo lontano. In effetti, milioni di lavoratori umani sono già stati sfollati,

La concorrenza con la tecnologia è uno dei motivi per cui la crescita dei salari è stata così stagnante negli ultimi due decenni. L’unico modo in cui ha senso che un datore di lavoro ti assuma è se puoi svolgere un lavoro meno costoso di quanto possa farlo una qualche forma di tecnologia.

Di conseguenza, quasi i due terzi dei posti di lavoro che sono stati creati negli Stati Uniti negli ultimi due decenni  sono stati posti di lavoro a basso salario , e la classe media viene costantemente svuotata. Ma poiché i robot continuano a diventare più economici ed efficienti, anche i nostri posti di lavoro meno retribuiti scompariranno in numero enorme. Ad esempio,  è stato riferito  che i dirigenti di Walmart intendono aumentare notevolmente le dimensioni del loro “esercito di robot” …

L’esercito di robot di Walmart Inc. sta crescendo. Il più grande rivenditore al mondo aggiungerà robot di scansione degli scaffali ad altri 650 negozi statunitensi entro la fine dell’estate, portando la sua flotta a 1.000. I dispositivi Bossa Nova alti tre metri, dotati di 15 telecamere ciascuno, vagano per i corridoi e inviano avvisi ai dispositivi portatili dei dipendenti quando gli articoli sono esauriti, contribuendo a risolvere un problema fastidioso che costa ai rivenditori quasi un trilione di dollari all’anno, secondo al ricercatore IHL Group.

Oltre a scansionare gli scaffali, Walmart ha già tutta una serie di robot che fanno cose come  lavare i pavimenti, scaricare camion e raccogliere ordini di generi alimentari . I nuovi robot, progettati dalla Bossa Nova Robotics Inc. di San Francisco, si uniscono ai ranghi della forza lavoro sempre più automatizzata di Walmart che include anche dispositivi per pulire i pavimenti, scaricare i camion e raccogliere gli ordini di alimentari online.

Nel frattempo, Walmart ha testato “una nuova struttura dei dipendenti” che ha lo scopo di  “ridurre le dimensioni del personale di gestione del negozio” . Walmart sta testando una nuova struttura dei dipendenti all’interno dei propri negozi nel tentativo di ridurre le dimensioni del personale di gestione del negozio. Il più grande datore di lavoro della nazione sta cercando di vedere se può avere meno gestori di negozi di medio livello che supervisionano i lavoratori, con questi manager che vedono sia le loro responsabilità che il loro aumento di stipendio.

Quindi i dipendenti che sopravvivono riceveranno un “aumento di stipendio” per accompagnare un enorme aumento di responsabilità, ma per quanto riguarda tutti gli altri a cui è stato eliminato il lavoro?

Non preoccuparti, perché in un’intervista su questa nuova iniziativa un dirigente di Walmart ci ha assicurato che i loro dipendenti  “amano i team più piccoli” . “Gli associati amano i team più piccoli e amano avere una connessione con un leader. Vogliono qualcosa che possono possedere e sapere se stanno vincendo o perdendo ogni giorno. E oggi ciò non sempre accade “, ha detto in un’intervista Drew Holler, vicepresidente senior statunitense per l’esperienza associata. Oggi, Wal-Mart è il più grande datore di lavoro negli Stati Uniti con un ampio margine.

Ma questi cambiamenti in arrivo alla fine significheranno molti più lavoratori robotici e molti meno lavoratori umani. Ovviamente innumerevoli altre società senza cuore stanno implementando misure simili. E considerando il fatto che un recente sondaggio ha rilevato che il  97%  dei CFO statunitensi ritiene che una recessione sia in arrivo nel 2020, è probabile che assisteremo a un “assottigliamento dei ranghi” azienda dopo azienda nel corso dell’anno.

Purtroppo, anche se non ci fosse una recessione economica in arrivo, continueremmo a perdere posti di lavoro a causa dei robot. Secondo uno studio, ben il  45%  dei nostri attuali lavori “può essere automatizzato” …

Ecco la verità: i robot stanno già iniziando a prendere posti di lavoro da lavoratori umani ogni ora, e continuerà. La ricerca di McKinsey ha rilevato che il 45% dei lavori attuali può essere automatizzato. Dobbiamo smetterla di evitare la situazione e creare soluzioni reali per aiutare i lavoratori sfollati. Al giorno d’oggi, nessun lavoratore è al sicuro. Conosco qualcuno che ha dato il suo cuore e la sua anima per molti anni a una grande azienda, e poi un giorno è stato chiamato in ufficio quando è arrivato per lavoro e per pranzo era senza lavoro.

Non aveva fatto niente di male. È solo che i suoi spietati capi aziendali avevano deciso di eliminare la sua posizione in tutta l’azienda. Se pensi che si preoccupino davvero di te, stai solo prendendo in giro te stesso. Sfortunatamente, le perdite di posti di lavoro continueranno ad accelerare. In effetti, si prevede che circa 20 milioni di posti di lavoro nel settore manifatturiero in tutto il mondo potrebbero essere rilevati dai robot  entro il 2030 …

I robot potrebbero assumere oltre 20 milioni di posti di lavoro nel settore manifatturiero in tutto il mondo entro il 2030, hanno affermato gli economisti mercoledì. Secondo un nuovo studio di Oxford Economics, entro i prossimi 11 anni potrebbero essere 14 milioni i robot messi al lavoro nella sola Cina. E poiché i dirigenti benestanti licenziano i lavoratori a basso salario in numeri sbalorditivi, ciò renderà ancora peggiore il crescente divario tra ricchi e poveri  …

“Come risultato della robotizzazione, decine di milioni di posti di lavoro andranno persi, soprattutto nelle economie locali più povere che dipendono da lavoratori meno qualificati. Ciò si tradurrà quindi in un aumento della disuguaglianza di reddito “, hanno affermato gli autori dello studio.

La buona notizia è che è improbabile che l’intera portata di questo scenario inquietante si svolga completamente. La cattiva notizia è che questo è dovuto al fatto che la nostra società si sta rapidamente muovendo verso il  collasso completo e totale . Vorrei che ci fosse una soluzione facile a questo problema crescente. In un sistema di libero mercato, qualcuno dovrebbe cercare di imporre ai datori di lavoro di assumere lavoratori umani? Ma se milioni e milioni di uomini e donne non possono nutrire le loro famiglie perché non hanno un lavoro, ciò creerà il tipo di incubo sociale che non possiamo nemmeno immaginare in questo momento. Questo è qualcosa di cui dovrebbero parlare tutti i candidati alla presidenza del 2020, perché questa è una crisi che sta sfuggendo al controllo e peggiora ogni giorno che passa.

Precedente Gli ambientalisti causano disastri ambientali in Europa Successivo Tutti i colori dell'universo - video | Reccom Magazine