Famoso attivista antifa accusato di razzismo e comportamento predatorio nei confronti delle ragazze minorenni

Spread the love

Uno dei più importanti attivisti antifa di Twitter è stato accusato di ricatto, razzismo e comportamento predatorio nei confronti delle ragazze minorenni, inoltre, le accuse hanno portato un rinnovato controllo sull’ascesa del “cyber warrior” alla celebrità antifa.

Di giorno, Christian Michael Exoo è un supervisore di biblioteca di 38 anni alla St. Lawrence University di Canton, New York. Tuttavia, in linea, Exoo utilizza il moniker “AntiFashGordon”.

Exoo si vanta con orgoglio sulla sua biografia su Twitter di aver licenziato persone dal lavoro, rimosse dalle scuole e cacciate di casa.

Con una laurea in scienze dell’informazione, Exoo tiene seminari di formazione sul doxing sotto l’eufemismo di “ricerca sull’intelligence open source”. Nel 2017, ha formato gli studenti al St.Lawrence in una conferenza organizzata da Weave News. In una diapositiva di presentazione alla sua classe, si leggeva: “In questo esercizio, troveremo il profilo Facebook del nostro soggetto e troveremo tutti i post che gli sono” piaciuti “”.

Le vittime del doxing (Il termine doxing, o doxxing, si riferisce alla pratica di cercare e diffondere pubblicamente on-line informazioni personali e private o altri dati sensibili riguardanti una persona, di solito con intento malevolo) subiscono vergogna pubblica e spesso molestie e minacce di morte. I difensori di sinistra del doxing dicono che è necessario rivelare e punire l’estrema destra. Ma Jesse Morton, un ex radicale islamico e ora esperto di antiestremismo, afferma che le vittime del doxing sono spesso ulteriormente radicalizzate a causa di ciò.

“Ci sono alcuni casi in cui ha messo a tacere ideologi che chiamavano chiaramente all’estremismo violento, ma gli effetti sono spesso controproducenti”, dice Morton. “Rafforza solo le opinioni di coloro che sono stati abbattuti, può innescare la violenza e rafforzare ulteriormente gli estremisti nella convinzione di essere sotto attacco”.

Morton ha trascorso tre anni e mezzo in una prigione federale per il suo coinvolgimento con un gruppo terroristico islamico. Dal 2016, Morton è stato coinvolto nel lavoro di antiterrorismo e attualmente guida Light Upon Light, un’organizzazione no profit contro l’odio con sede a Washington DC.

“Gli sforzi di AntiFashGordon alimentano solo la propaganda di estrema destra”, dice Morton. “Forniscono prove per la narrativa di vittimizzazione che guida il reclutamento e quindi incredibilmente rendono facile sostituire qualsiasi membro costretto ad andarsene con molte altre reclute”.

Sotto il suo pseudonimo, Exoo è stato intervistato e lodato in numerose storie per il suo ruolo di potente “cyber warrior” antifa. Ma un recente post su Medium di “Sora M.C.”, che afferma di essere un ex coinquilino di Exoo, lo accusa di usare frequentemente una sfilza di insulti razziali nel corso del suo lavoro “investigativo” e di comportamento predatorio generale.

Precedente L'Ucraina mostra un video dell'uso in combattimento del cacciatorpediniere del ponte di Crimea Successivo 2020: I pedofili pubblicano con orgoglio i loro volti online