Gas lacrimogeni ad una macelleria francese

Una macelleria a Lione, in Francia, è stata presa di mira per la vendita di carne di maiale da una banda di giovani che hanno scaricato gas lacrimogeni nell’attività, secondo i rapporti.

I dipendenti della macelleria riferiscono che una banda di teppisti di appena 12 anni ha iniziato a lanciare insulti e lamentarsi che il negozio vendeva prodotti a base di carne di maiale, riferisce Le Progrès . “Ci hanno accusato di vendere carne di maiale”, ha detto uno dei dipendenti. Alla banda è stato detto di lasciare i locali, cosa che hanno fatto.

Quindici minuti dopo, il gruppo è tornato, questa volta con una “grossa bomboletta di gas lacrimogeno”, che hanno spruzzato nel negozio con i clienti presenti. La polizia è arrivata e ha scacciato i giovani, ma sono tornati una terza volta, armati di una “pistola finta”.

“Ci stavano prendendo in giro dalla piazza. Uno ci ha puntato contro una pistola finta, due ci hanno minacciato con gesti osceni e gli altri hanno riso “, ha detto una commessa.

Un sasso è stato lanciato contro una finestra di vetro, ma non ha causato danni. “Ci hanno accusato di vendere carne di maiale”, ha detto uno dei dipendenti. Alla banda è stato detto di lasciare i locali, cosa che hanno fatto. Un’indagine sulla serie di attacchi è stata aperta dalle autorità locali.

Precedente Complottismo: i veleni della Monsanto | Reccom Magazine Successivo L'EX CEO DI TWITTER CHIEDE CHE I NEMICI POLITICI VENGANO "ALLINEATI CONTRO IL MURO E FUCILATI"