OMS rilancia allarme pandemia ma stavolta per un nuovo virus proveniente dall’India

Secondo l’OMS anche il nuovo virus è una minaccia mondiale e ci prepareranno un vaccino anche nipahper questo virus così saremo degli emmenthal imbottiti di vaccini.

Si chiama Nipah, o Niv, proviene dall’India che dichiara che i focolai sono sotto controllo, il Nipah avrebbe provocato 15 morti su 17, con un tasso di mortalità stimato superiore al 75% ma non sarebbe secondo l’OMS ad alta trasmissibilità e colpirebbe con un’infiammazione cerebrale ma anche con diverse manifestazioni cliniche, dalle forme asintomatiche a infezioni acute delle vie respiratorie.  Sarà felicissimo Gates in quanto la “sua” Oms ha  già lanciato diversi appelli al mondo della ricerca e dell’industria farmaceutica perché si impegnino a trovare un vaccino.

Il virus si è manifestato già 1998 in Malesya, nel villaggio Sungai Nipah, poi nel 2018 e nel 2014 causando vittime ma non è mai stato classificato pandemia, l’anno scorso, nel 2019 uno studente ha contratto il Niv ma è guarito dopo due mesi di ospedalizzazione. Dal 1998 al 2018 complessivamente si sono registrati solo 700 casi in tutto il mondo di Nipah.

Si legge sul sito del ministero della salute:

“Si può verificare una limitata trasmissione da persona a persona di NiV fra i membri di una famiglia e gli operatori sanitari che assistono i pazienti infetti. Il serbatoio naturale di NiV sono i grandi pipistrelli frugivori del genere Pteropus. Possibili vie di trasmissione di NiV includono il consumo di frutta contaminata dalla saliva di pipistrelli infetti, contatto diretto con i pipistrelli o con le loro feci o urina, o trasmissione interumana tramite contatti stretti non protetti in ambiente comunitario o ospedaliero”.

Si può solo sperare che non ci abbiano preso gusto ad usare le emergenze sanitarie per attuare terrorismi sanitari, o , di questo passo, ci ritroveremo più repressi del regime di Kim Jong-un.

Precedente La UE manda in galera chi è contro il 5g Successivo Bocciato da M5s e PD e ItaliaViva il bonus per i dipendenti SSN