Murales di 15 metri Black Lives Matter a Washington

Spread the love
WASHINGTON – Il sindaco di Washington D.C. venerdì  ha ribattezzato una strada vicino alla Casa Bianca “Black Lives Matter Plaza” e ordinato agli artisti della città di dipingere un enorme murale per onorare i manifestanti che si sono presentati nella capitale della nazione per chiedere la fine della brutalità della polizia.

Gli artisti hanno dipinto “BLACK LIVES MATTER” in lettere gialle larghe circa 15 metri su una sezione della 16th Street che si trova proprio di fronte a Lafayette Park, il sito di enormi proteste per la morte di George Floyd, un uomo nero bloccato a terra con un ginocchio da un poliziotto bianco per quasi nove minuti a Minneapolis.

L’area – vicino alla storica chiesa di St.John – è quella dove i manifestanti protestavano poco prima di lunedì sera, poco prima che Trump attraversasse il Parco Lafayette per posare davanti alla chiesa per le fotografie mentre teneva una Bibbia.
 

Più tardi, Bowser ha rilasciato una lettera che ha inviato all’amministrazione Trump il 4 giugno chiedendo che le “straordinarie” forze dell’ordine federali e la presenza militare venissero ritirate dalla città.

Bowser ha scritto di essere preoccupata che il personale federale non identificato per le strade della città “ponga rischi sia per la sicurezza che per la sicurezza nazionale” “infiammando i manifestanti” e “aumentando le lamentele” dei manifestanti per lo più pacifici.

Precedente Come leggere i Codici a Barre Successivo Come è stato scoperto il "forno" a microonde