Lievito in grado di produrre THC

Lievito in grado di produrre THCmaxresdefault

il lievito  ha un nuovo sempre più importante ruolo da svolgere nella società: servire come una fabbrica di droga terapeutica.

Nel mese di agosto, gli scienziati hanno annunciato di averlo geneticamente modificato per produrre l’idrocodone antidolorifico, e prima ancora, il lievito modificato ha sfornato l’artemisina, farmaco anti-malarico.

Ora, gli scienziati lo hanno personalizzato per creare il THC (la sostanza chimica marijuana ne produce molto) e cannabidiolo.

Fabbriche di droga

I biochimici del Politecnico di Dortmund, in Germania, hanno creato un ceppo di lievito geneticamente modificato per produrre piccole quantità di THC e cannabidiolo. Questi lieviti personalizzati devono essere alimentati con acido cannabigerolic, che è una molecola precursore di THC e cannabidiolo.

Utilizzando un precursore molecolare come punto di partenza è un po ‘come leggere un libro dai capitoli centrali alla sua conclusione. Idealmente, l’intero processo inizierebbe con zuccheri semplici anziché precursori di completare l’intero percorso chimico che pianta della marijuana fa naturalmente. Tuttavia, gli scienziati ritengono che otterranno a quel punto ad aumentare la produzione per uso industriale in un prossimo futurosecondo il New York Times lievito

Il team ha pubblicato il suo lavoro con il ceppo di lievito che produce il THC sulla rivista Biotechnology Letters. Hanno anche creato un ceppo separato che produce cannabidiolo, ma tali dati devono ancora essere pubblicati.

Una manna ricerca

La marijuana è piena di composti molecolari che sono affascinanti per gli scienziati. il THC sintetico è già disponibile in forma di pillola ed è usato per alleviare la nausea nei pazienti oncologici sottoposti a chemioterapia, o stimolare gli appetiti delle persone affette da HIV o altre infezioni. Cannabidiolo, un composto che non è psicoattiva, ha dimostrato il potenziale di ridurre la frequenza delle crisi epilettiche in individui.

Fabbriche di lievito potrebbero ad aiutare aumentare la produzione di queste sostanze chimiche non solo per la terapia, ma anche per la ricerca. Produrre composti costituenti della marijuana in grandi quantità permetterebbe ai ricercatori una fornitura di una miriade di prodotti chimici di marijuana.

Ancora, al momento, l’impianto è molto più efficiente di lievito – moderne varietà di marijuana possono contenere più di 30 per cento in peso secco THC. Quindi c’è ancora una lunga strada da percorrere prima che il lievito-THC possa cambiare il panorama della ricerca sulla cannabis. I ricercatori avranno  probabilmente bisogno di unire molti altri geni in specie di lievito per completare l’intera reazione chimica in un unico ceppo. Ma alla velocità che la ricerca sui lieviti geneticamente modificati è in atto, non può essere che una lunga attesa.

Baker's yeast
Baker’s yeast

lievito

 
 

 

Precedente La Regina Amalasunta Successivo I Musicisti: Guaritori del Futuro