Il “cattivo” Trump abbassa i prezzi dei farmaci, gli americani rischiano di vedersi aumentati anche gli stipendi.

Tutorials Point

Il presidente Trump ha firmato quattro ordini esecutivi volti a ridurre i prezzi dei farmaci venerdì 24 luglio, e uno di questi include una regola di riforma degli sconti che si pensa sia morta da tempo, mentre i “giornaloni” anti Trump descrivono anche questo ennesimo aiuto ai cittadini americani come un passo inutile. . È un passo avanti e APhA e altri sostenitori della farmacia stanno ora lavorando per assicurare un incontro con il Segretario del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani (HHS) degli Stati Uniti per garantire che affronti anche l’uso dannoso dei compensi diretti e indiretti della farmacia da parte dei PBM (DIR) tasse.  “I PBM hanno perso questo round. Ora, il nostro compito è collaborare con HHS e i nostri partner farmaceutici per garantire che le agenzie che attuano la regola degli sconti pongano fine anche al gioco da parte di PBM di una scappatoia al regolamento Medicare, gonfiando i costi dei farmaci soggetti a prescrizione medica e costringendo la chiusura di più farmacie a causa dell’egregio DIR tasse che impongono e riscuotono per il proprio profitto “, ha affermato Scott Knoer, MS, PharmD, FASHP, CEO di APhA.

“Siamo incoraggiati dal tentativo dell’amministrazione di ridurre i costi immediati dei pazienti allo sportello della farmacia e sollecitare l’amministrazione ad allineare queste politiche con la difesa di lunga data di APhA e la politica della Camera dei delegati per eliminare i piani di Parte D e PBM” uso dannoso di diritti DIR retroattivi ”, ha continuato Knoer. “La riduzione dei costi dei farmaci per i pazienti al banco non può comportare costi per i PBM che spremono di più dalle farmacie. Le buffonate dannose dei PBM devono finire “.

Le commissioni DIR retroattive, che vengono “recuperate” dalle farmacie, non abbassano i prezzi per i pazienti, ancora una volta, perché la loro responsabilità di ripartizione dei costi si basa sui prezzi di listino formali. Le farmacie potrebbero non rendersi conto di aver perso denaro con una prescrizione fino a settimane o mesi dopo che la prescrizione è stata compilata. Ciò rende quasi impossibile per le farmacie, in particolare nello spazio indipendente, giudicare se possono creare buste paga, essere in grado di espandersi o persino tenere le porte aperte.

“L’eliminazione dell’uso retroattivo delle commissioni DIR mostrerebbe progressi, ma dobbiamo andare oltre per porre fine al devastante uso improprio delle tariffe DIR da parte di PBM su farmacie e pazienti una volta per tutte”, ha concluso Knoer. È difficile dire come apparirà l’ordine esecutivo in pratica, poiché deve essere sottoposto a regolamentazione da parte di HHS prima dell’attuazione. Chiede al Segretario HHS di completare il processo di regolamentazione già avviato con una versione precedente della regola di riforma degli sconti. Leggi i commenti precedenti di APhA su come migliorare la versione precedente. APhA e i nostri partner farmaceutici si incontreranno con il personale HHS per discutere il percorso da seguire e potrebbe esserci l’opportunità di sostenere l’eradicazione delle tasse DIR durante questo processo.

 

Precedente Si vocifera di un Maxi Condono: Sta arrivando Gesara? Successivo Voto dei Senatori per la proroga dello stato di emergenza del coronavirus