Devastanti esplosioni a Beirut: morto il primo ministro libanese – Video

Mohammed Fahmi, il ministro degli interni libanese, riferisce che l’esplosione che ha sconvolto Beirut dovrebbe esser stata causata dal nitrato di ammonio immagazzinato in magazzino del porto, in Libano, le due esplosioni che ha causato 10 morti e centinaia di feriti martedì 4 agosto 2020.

Le massicce esplosioni hanno provocato onde d’urto in tutta la città, causando danni diffusi agli edifici e frantumando le finestre in diverse parti della capitale. Diverse persone a bordo di una nave italiana attraccata vicino al luogo dell’esplosione, la Orient Queen, sono ferite e in ospedale.

Mentre l’ONU denuncia armi nucleari miniaturizzate in Corea del Nord, un rapporto delle Nazioni Unite informa su sei test nucleari condotti dal regime di Kim Jong-un l’ultimo dei quali a settembre 2017. test che sarebbero serviti anche alla miniaturizzazione degli ordigni.

“La nave è completamente distrutta – le cabine nella sala, tutto”

ha dichiarato Al Jazeera Vincenco Orlandini, un membro dell’equipaggio di 69 anni.

“Ho sentito l’esplosione e sono volato sul lato opposto della lobby, poi sono atterrato sul tappeto e sono fortunato, penso che mi abbia salvato.”

All’ospedale Hotel-Dieu, dozzine di persone che cercavano di entrare venivano respinte.

Il video di un’esplosione mostra una grande colonna di fumo fluttuante da una zona del porto che ospita grandi magazzini prima che venga vista una grande esplosione arancione e enormi onde a forma di cupola sparano in aria. Le vetrine di tutta la città furono sono distrutte dall’esplosione, mentre video e immagini condivisi sui social media mostrano porte strappate dai cardini e soffitti pieni di buchi spalancati. Un addetto alla protezione civile che ha lavorato nel settore per 20 anni era incredulo per l’entità del danno.

“Ho visto gli omicidi e le esplosioni, ma questo è qualcos’altro. C’è qualcosa di sbagliato qui”, ha detto il lavoratore.

L’esplosione nel porto di Beirut arriva quando il paese si trova ad affrontare una crisi finanziaria senza precedenti e un’impennata del coronavirus. Situato nel cuore della capitale, il porto è un’infrastruttura vitale utilizzata per ottenere merci scarse nel paese. Danneggiati nell’esplosione i silos contenenti grano che hanno bruciato per diverse ore.

Il Governatore: «Sembrava Hiroshima, la città è devastata», i premier libanese Hassan Diab ha dichiarato che domani sarà una giornata di lutto nazionale per le vittime dell’esplosione.

Il primo ministro libanese del partito Kataeb, Nazar Najarian è rimasto coinvolto nell’esplosione ed ora è in coma, il suo staff, la moglie ed i figli hanno riportato lievi ferite.

Per Occhionero un’esplosione così è molto anomala per trattarsi solo di fuochi di artifici e nitrato di ammonio. Quell’anello di condensa mostra che l’esplosione è stata massiccia, 300-400 tonnellate. Il rosso nella nuvola è una firma dell’ossido di ferro, è usato in alcuni esplosivi, ma è più comunemente usato nei motori a razzo a combustibile solido.

IL VIDEO DELLE ESPLOSIONI

Esplosioni anche in Cina e Corea del Nord

Beirut: 4000 feriti, oltre 100 vittime, cratere nel porto dopo l’esplosione. Slow Motion TERRIFICANTE

Esperti esplosivisti su Beirut: non è nitrato di ammonio

Iran, esplosione nella centrale nucleare di Natanz

Iran/Israele E’ in atto una guerra informatica?

Beirut: Video di un oggetto non identificato si scaglia sul porto prima dell’esplosione

 

Precedente Avanza la minaccia dell’Islam, strumento di invasione dell’Europa Successivo Covid-19 Contagi in tempo reale