Cospirazione: La morte di Kobe Bryant non è stata un incidente

Le cospirazioni più efficaci sono quelle che si nascondono in bella vista. Le celebrità sono state controllate dall’inizio della civiltà per ovvie ragioni, ed è sempre stato proprio di fronte a noi. In effetti, è così comune che lo consideriamo normale. Le persone accettano semplicemente che devi sacrificare la tua privacy per raggiungere la celebrità. La maggior parte delle celebrità è facilmente controllabile attraverso i vizi: sostanze che creano dipendenza, stili di vita costosi, sesso, ecc. Nessuno si sorprende quando un intrattenitore muore a 20 anni per overdose di droga. Eroicamente, ci sono celebrità che rifiutano di essere controllate. Dal momento che i poteri lo trovano inaccettabile, alle persone che pensano per se stesse raramente viene data l’opportunità di diventare famose in primo luogo. Solo le persone estremamente talentuose e naturalmente popolari possono permettersi di essere oneste e raggiungere comunque il successo nel mondo dell’intrattenimento strettamente controllato.

Queste sono le persone che muoiono inaspettatamente in “incidenti aerei”. John Denver. Buddy Holly. LED Zeppelin. Rocky Marciano. Roberto Clemente. Lynyrd Skynyrd. Quattordici membri della US Boxing Team. L’elenco potrebbe continuare all’infinito, e ora, tragicamente, dobbiamo Kobe Bryant.

Gli esperti hanno iniziato a valutare le prove quando è diventato chiaro che le celebrità hanno maggiori probabilità di morire in incidenti aerei rispetto a incidenti automobilistici, anche se gli aerei sono oggettivamente più sicuri. Mentre alcuni “incidenti” automobilistici erano chiaramente organizzati e pianificati (Dale Earnhardt, Principessa Diana, ecc.), Molti sono stati effettivamente verificati come veri incidenti. Questo è il motivo per cui la cospirazione è così pericolosa e così facile da coprire: gli incidenti accadono davvero ed è difficile dire cosa è andato in scena e cosa non lo è. Ma i poteri che sono stati sfuggiti e ci hanno mostrato uno schema: il loro metodo di esecuzione preferito è fatto nel cielo. Le ragioni sono ovvie e semplici. Sabotare un aereo è facile. Un piccolo aggiustamento è tutto ciò che serve perché un fallimento si verifichi a metà volo e le prove vengono completamente distrutte o ripulite dai testimoni. I familiari di quattro delle otto vittime dell’incidente di elicottero che ha coinvolto Kobe Bryant e la figlia Gianna lo scorso 26 gennaio hanno fatto causa per omicidio colposo alla compagnia che possiede e gestisce i velivoli, ma senza citare il pilota Ara Zobayan. Vanessa Bryant aveva già fatto lo stesso a un mese dalla tragedia

Allora perché Kobe è stato assassinato?

I ricercatori sapevano da circa due anni che stava arrivando una grande storia di basket in base alle tendenze nelle valutazioni. Doveva accadere qualcosa di enorme per riportare il basket sotto i riflettori e attirare gli ex fan che avevano perso interesse. All’inizio, abbiamo ipotizzato che il campionato avrebbe sistemato una manciata di partite importanti per creare un’epica storia di cenerentola, ma quando è iniziata la controversia sulla Cina, sapevamo che sarebbe stato pianificato qualcosa di più grande. Entra Kobe Bryant. Un’icona. Una stella. Un eroe. Un nome sinonimo di basket. Un uomo la cui morte avrebbe unito la comunità del basket, attirato un’enorme attenzione dei media e alla fine avrebbe aumentato le vendite. Allo stesso tempo, un uomo che non poteva essere controllato. Un uomo che si scontrava con i poteri forti, ma era considerato intoccabile perché valeva troppo da vivere. Poi, nel 2016, Bryant ha annunciato il suo ritiro. A volte star come Kobe possono ancora generare entrate enormi diventando personalità dei media, e quindi l’élite del male permetterà loro di continuare a essere famose a malincuore. A volte non hanno più nulla da offrire alla loro industria e improvvisamente queste celebrità ricche e potenti restano al verde. A volte, tuttavia, i poteri sacrificheranno semplicemente la vita di una star perché valgono più da morti che da vivi.

Forse il fatto più tragico è che questa tattica funzionerà. Il basket vedrà un aumento di popolarità. Le vendite di merci e la partecipazione ai giochi aumenteranno. Le persone senza alcun interesse per il basket ascolteranno la storia, leggeranno di Bryant e diventeranno fan.

https://darktruth.org

Precedente Trump autorizza il trattamento al plasma per Covid-19 Successivo Vaccini per armi biologiche, DARPA e catastrofi conseguenti